Lezione-online fornisce corsi di formazione e-learning a più di 60mila studenti.

Fb. Ig. In. Yt.

Bonus vacanze: al via le domande

Bonus vacanze: da oggi, mercoledì 1 luglio, al via le domande per l’incentivo di 500 euro. Ecco come funziona e come ottenerlo. Scatta da oggi la possibilità di fare domanda per la cifra pensata – come riporta Il Fatto Quotidiano – per sostenere le strutture ricettive italiane.

Per poterlo utilizzare sarà necessario avere un Isee inferiore ai 40 mila euro l’anno, che sarà inserito e certificato attraverso l’app IO. L’80% dell’importo sarà scalato al momento del pagamento in struttura, sotto forma di sconto, mentre il restante 20% sarà scaricato come detrazione di imposta nella prossima dichiarazione dei redditi.

BONUS VACANZE: ECCO COME FUNZIONA

Da oggi sarà possibile inoltrare le richieste per accedere al bonus vacanze, l’incentivo fino a 500 euro per chi trascorrerà le proprie vacanze all’interno delle strutture ricettive italiane. Una strategia pensata per rilanciare il mercato turistico italiano, duramente colpito dal Coronavirus.

L’importo sarà spendibile fino al 31 dicembre 2020, ma all’incentivo potranno accedere solo coloro che avranno dimostrare di avere un reddito Isee inferiore ai 40 mila euro. Nello specifico, l’importo stabilito è di 150 euro per le famiglie con un solo componente, 300 euro per le coppie e 500 per i nuclei composti da almeno tre persone che dovranno essere spesi per i costi di alloggio in strutture come hotel, B&B, villaggi turistici o campeggi.

COME FARE DOMANDA?

Per poter usufruire del bonus vacanze è necessario seguire specifiche procedure. Innanzitutto, è utilizzabile da un solo componente del nucleo familiare che dovrà spenderlo in un unica struttura ricettiva. Non saranno quindi ammesse domande multiple provenienti da più componenti della stessa famiglia, anche dirette verso destinazioni diverse.

Non tutta la spesa sarà però coperta immediatamente:

  • l’80% dell’importo sarà scalato al momento del pagamento in struttura, sotto forma di sconto;
  • mentre il restante 20% sarà scaricato come detrazione di imposta nella prossima dichiarazione dei redditi. Una detrazione ottenibile solo se si è in grado di esibire la fattura che attesta il pagamento e, quindi, il soggiorno in struttura.

Non saranno accettate prenotazioni e pagamenti attraverso piattaforme digitali, se non quelle legate ai tour operator, con il saldo del conto che deve quindi avvenire direttamente in struttura.

Il bonus potrà essere richiesto soltanto in formato digitale, identificandosi grazie all’utilizzo dello Spid o della carta d’identità elettronica attraverso l’app IO. Nel corso della procedura di iscrizione sarà richiesto il reddito Isee che permetterà agli operatori di verificare i requisiti per accedere al bonus. In caso di via libera, l’applicazione fornirà la conferma con un QR-Code, da mostrare all’albergatore, e indicando anche l’importo massimo, la cifra per cui si avrà diritto allo sconto immediato e quella che sarà invece oggetto di detrazione.

Sarà proprio il codice fornito che permetterà ai responsabili della struttura di verificare, attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate, la validità del bonus. Entro un giorno lavorativo successivo al pagamento, il fornitore riceverà la conferma dello sconto per recuperare l’importo come credito d’imposta in compensazione. Per ottenerlo, dovrà presentare il modello F24. Il fornitore può anche decidere di cedere il bonus a terzi.

Commenti:
Condividi su:

Opera dal 2013 nel settore dell'e-learning. La mission aziendale è quella di sfruttare il potenziale del web per offrire una formazione professionale e trasparente. I corsi sono fruibili totalmente online, H24, 7/7, senza limiti di tempo e in totale autonomia. Gli studenti di Lezione-online, non dovranno effettuare alcun spostamento o sottostare a orari prestabiliti.

You don't have permission to register