Lezione-online fornisce corsi di formazione e-learning a più di 60mila studenti.

Fb. Ig. In. Yt.

Coronavirus in Italia

Nel Decreto anti Coronavirus del 4 maggio – secondo quanto riportato dalla Repubblica – , il Governo potrebbe prevedere la ripresa dell’attività fisica. Entro il 3 maggio, prevista la consegna di kit per indagare sulla diffusione del virus.

Attesa la «fase 2» in Italia, con la task force di tecnici che studia delle riaperture differenziate a seconda della diffusione del contagio. Monitoraggio di 15 giorni per verificare la tenuta del contenimento.

A partire dal 4 maggio potrebbero riaprire bar, ristoranti e anche i parchi, seppur con limitazioni. Tutte ipotesi, niente di definitivo. Il calendario delle riaperture è tutto da valutare, soprattutto per i rischi.

Ma Walter Ricciardi, membro dell’executive board dell’Oms, invita alla massima prudenza:

La seconda ondata epidemica è certa e con delle riaperture accelerate arriverebbe prima“.

I TEST SERIOLOGICI PER CONTENERE IL CORONAVIRUS

Domenico Arcuri, il commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus, ha indetto la gara per l’acquisto di kit per effettuare 150 mila test seriologici che serviranno per l’indagine a campione sulla diffusione del virus.

SÌ ALLO SPORT LONTANO DA CASA, MA DA SOLI

Nel Decreto entrerà in vigore dal 4 maggio, Il Governo starebbe valutando di consentire la ripresa dell’attività fisica all’aperto. Ma a patto che si sia da soli e che, se in compagnia, si mantengano le distanze di sicurezza.

CORONAVIRUS: 1.800 DENUNCIATI

Nel bollettino quotidiano dei controlli comunicato dal Viminale, le persone denunciate dalle forze dell’ordine per il mancato rispetto delle prescrizioni per il contenimento del Coronavirus sono state poco più di 1.800.

8.129 per “spostamenti non legittimi, 47 per “falsa dichiarazione” e 28 per “violata quarantena”. 289.580 le persone sottoposte a controllo, mentre gli esercizi commerciali monitorati sono stati 101.359.

PROTEZIONE CIVILE: “NIENTE CONFERENZA STAMPA”

Dopo 55 giorni senza interruzioni, la Protezione Civile ha detto di interrompere la consueta conferenza stampa del giorno. Niente più conferenza stampa di Angelo Borrelli, che in questi giorni di emergenza è entrato nelle case degli italiani e che, per diverse settimane, ha rappresentato l’unico appuntamento istituzionale.

Record di guariti: 2.563 in ventiquattr’ore, per un totale di 42.727. A determinare la fine della conferenza stampa è stato proprio l’andamento positivo dei numeri.

I dati sanitari – ha detto lo stesso Borrelli – ci indicano che si è alleggerita decisamente la pressione sulle strutture ospedaliere. Siamo consapevoli del grande lavoro svolto negli ospedali e della collaborazione dei cittadini. Per questo rimoduleremo le conferenze stampa, ci saranno due volte a settimana“.

Commenti:
Condividi su:

Opera dal 2013 nel settore dell'e-learning. La mission aziendale è quella di sfruttare il potenziale del web per offrire una formazione professionale e trasparente. I corsi sono fruibili totalmente online, H24, 7/7, senza limiti di tempo e in totale autonomia. Gli studenti di Lezione-online, non dovranno effettuare alcun spostamento o sottostare a orari prestabiliti.

You don't have permission to register