Lezione-online fornisce corsi di formazione e-learning a più di 60mila studenti.

Fb. Ig. In. Yt.

Coronavirus: l’India supera la Russia

L’India – come riporta il Corriere – ha raggiunto quasi 700 mila contagi da Coronavirus, anche se ai primi due posti rimangono Stati Uniti e Brasile. Aperte per l’emergenza, in India, un ospedale da campo grande come 20 campi da calcio: rinvita l’apertura del Taj Mahal.

Con 697.413 casi di contagio confermati, l’India ha superato la Russia ed è il terzo Paese al mondo più colpito dal Coronavirus, secondo il bilancio tracciato dalla Johns Hopkins University. Le vittime registrare dalle autorità sanitarie indiane sono attualmente 19.693, rispetto ai 10.145 decessi confermati in Russia. Ai primi due posti sempre gli Stati Uniti, con 2.888.635 casi e 129.947 decessi e il Brasile, con 1.603.055 e 64.867 decessi.

CORONAVIRUS IN RUSSIA

La diffusione del virus è particolarmente virulenta nelle principali città indiane di Bombay, Delhi e Chennai. Per far fronte all’afflusso di pazienti, nella capitale indiana, è stato aperto un gigantesco centro di isolamento con una capacità di 10.000 posti letto. La struttura è grande come 20 campi da calcio e tratterà lievi casi sintomatici e asintomatici. I funzionari del governo statale temono che Delhi, che ha 25 milioni di abitanti, possa registrare oltre mezzo milione di casi entro la fine del mese.

TAJ MAHAL CHIUSO

E per far fronte all’epidemia da Coronavirus è stata rinviata l’apertura del Taj Mahal, il più celebre monumento dell’India chiuso dal 17 marzo. L’India è uscita dal lockdown il primo giugno e ha avviato una graduale ripresa delle attività. Dal primo luglio è iniziata la seconda fase della ripresa, col progressivo ampliamento dei voli interni e dei collegamenti ferroviari per passeggeri, mentre restano sospesi fino al 15 luglio i voli internazionali.

Tuttavia la nuova ondata di casi ha fatto cambiare idea alle autorità di Agra, nell’Uttar Pradesh, dove si trova il celebre monumento. Considerato una delle sette meraviglie del mondo moderno, è stato inserito nel 1983 nella lista del Patrimonio dell’umanità dell’Unesco, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura. Prima della pandemia registrava in media tra i 7 e gli 8 milioni di visitatori all’anno.

Commenti:
Condividi su:

Opera dal 2013 nel settore dell'e-learning. La mission aziendale è quella di sfruttare il potenziale del web per offrire una formazione professionale e trasparente. I corsi sono fruibili totalmente online, H24, 7/7, senza limiti di tempo e in totale autonomia. Gli studenti di Lezione-online, non dovranno effettuare alcun spostamento o sottostare a orari prestabiliti.

You don't have permission to register