Lezione-online fornisce corsi di formazione e-learning a più di 60mila studenti.

Fb. Ig. In. Yt.

Coronavirus, Speranza: “Mesi difficili”

Coronavirus, Speranza: “Mesi difficili”. Nuovi casi (1.392), in calo i decessi (14). “Ma non preoccupiamoci”

Sono stati superati in Italia i 300 mila contagi per il Coronavirus dall’inizio dell’emergenza. È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute, secondo cui, complessivamente, i contagi nel Paese sono stati finora 300.897.

Si è stabilizzato – come riporta l’Ansa – nelle ultime 24 ore il numero di contagi per il Coronavirus. Nell’ultimo giorno i nuovi casi sono stati 1.392 a fronte dei 1.350 del giorno precedente. In lieve calo il numero dei decessi, 14 morti nell’ultimo giorno rispetto alle 17 vittime di ieri (22 settembre). Il totale delle vittime è 35.738. Sono stati 87.303 i tamponi effettuati, +31.400 rispetto a ieri. Questi i dati nel bollettino del ministero della Salute. Il Lazio è l’unica regione che supera i 200 nuovi casi (+238), seguita dalla Lombardia (+182) e dalla Campania (+156).

Il virus – ha detto il ministero della Salute, Roberto Speranza – ancora è in circolo e dobbiamo fare appello a noi stessi per mesi non facili. Io sono convinto che troveremmo le soluzioni adeguate e che la scienza ci farà vincere questa battaglia. Ma ancora c’è una situazione che va gestita con la massima attenzione. Ci attendono dei mesi di resistenza“.

A scuola – precisa Speranza – a decidere su tamponi e misure deve essere l’autorità sanitaria. Questa è la sfida più importante perché chiudere le scuole è stata la scelta più difficile ma ora dobbiamo continuare sulla linea della prudenza. No al panico e non improvvisiamo ma fidiamoci di medici e personale sanitario“.

Poi il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha invitato a vaccinarsi contro l’influenza:

Dico a tutti di vaccinarsi perché quest’anno è ancora più importante ed ottobre è il mese giusto per iniziare. Alle regioni è arrivato il 70% in più di dosi rispetto allo scorso anno“.

Basta tagli – ha aggiunto – , è arrivato il momento di investire. Il primo luogo di cura deve essere la casa, con l’assistenza domiciliare. Il mio obiettivo è rendere l’italia il primo paese dell’Unione Europea per assistenza domiciliare per gli over 65 e dobbiamo superare la media del 10%“.

Anche il vice ministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, durante un’intervista rilasciata a InBlu Radio, si è espresso in merito:

La circolazione del virus salirà, è innegabile. I contagi continueranno a salire, però lo faranno in modo graduale, con una crescita controllata attraverso tamponi e sorveglianza. I focolai saranno tantissimi e ci sarà anche una sovrapposizione con le sindromi influenzali. Ma non dobbiamo preoccuparci“.

Quando si parla di seconda ondata – ha continuato – si innesca il panico. Ma quello che vivremmo in tutto il mondo, difficilmente sarà come quella di febbraio/marzo perché significherebbe non usare la mascherina, non lavarsi le mani e non rispettare il distanziamento sociale. In più oggi abbiamo la sorveglianza con i tamponi“.

Commenti:
Condividi su:

Opera dal 2013 nel settore dell'e-learning. La mission aziendale è quella di sfruttare il potenziale del web per offrire una formazione professionale e trasparente. I corsi sono fruibili totalmente online, H24, 7/7, senza limiti di tempo e in totale autonomia. Gli studenti di Lezione-online, non dovranno effettuare alcun spostamento o sottostare a orari prestabiliti.

You don't have permission to register