Lezione-online fornisce corsi di formazione e-learning a più di 60mila studenti.

Fb. Ig. In. Yt.

«Fase 2» COVID-19, come funziona?

Il Governo è pronto a stabilire dal 4 maggio l’avvio della «fase 2» che consentirà, al massimo, lo spostamento all’interno delle regioni. Ma resta l’incognita del livello dei contagi.

Il 4 maggio sarà, con molta probabilità, il giorno che prevederà l’allentamento dei comparti individuali: come riportato dal Quotidiano.net. Il tutto se i dati di contagio da Coronavirus scenderanno nel fine settimana.

Infatti, se l’incremento dei contagi sarà sceso sotto le 2 mila unità l’allentamento delle misure restrittive sui cittadini sarà più ampio. Altrimenti se saremo sempre attorno ai 3 mila (come in questi giorni) il 4 maggio la riapertura sarà limitata alle attività industriali.

Un piano, in entrambi i casi, sarà pronto per lunedì prossimo e le misure saranno provvisorio. Sotto la lente d’ingrandimento ci sarà l’indicatore “R con 0”, che misura la potenziale trasmissibilità del COVID-19.

Se salirà intorno allo 0,6% o 0,8%, le riaperture potranno subire una sensibile riduzione. Ancora non c’è nulla di certo, ma sono tutte ipotesi che a Palazzo Chigi hanno preso in considerazione per far fronte all’emergenza.

Di certo, al momento, c’è solo un’utilizzo a tappeto della mascherina e dei guanti per ogni situazione in cui non si può garantire la distanza di sicurezza di un metro all’interno di spazi chiusi. Saranno dunque obbligatorie per:

  • andare a fare la spese;
  • prendere i mezzi pubblici;
  • viaggiare in treno o in aereo;
  • viaggiare in macchina, sia da soli che accompagnati.

Il Governo sta cercando di attuare delle limitazioni che impediscano ai cittadini di spostarsi fuori dalla Regione di residenza, e questo per almeno altre settimane.

In ogni caso tutto dipenderà dai dati dei nuovi contagi e potrebbe essere prevista una differenziazione tra le regioni del Nord, tra tutte Lombardia e Piemonte, e il resto dell’Italia. Potendosi liberamente spostare all’interno della propria Regione di residenza, non ci sarà più l’obbligo dell’autocertificazione.

LO SPORT NELLA «FASE 2»

Per quanto riguarda lo sport, sarà possibile praticarlo solo negli spazi aperti e al massimo in un gruppo di due o tre persone. Il tutto mantenendo sempre la distanza di sicurezza di almeno un metro. Si potranno quindi fare passeggiate, anche se non finalizzate per specifiche necessità, e si potrà tornare nei parchi pubblici.

Commenti:
Condividi su:

Opera dal 2013 nel settore dell'e-learning. La mission aziendale è quella di sfruttare il potenziale del web per offrire una formazione professionale e trasparente. I corsi sono fruibili totalmente online, H24, 7/7, senza limiti di tempo e in totale autonomia. Gli studenti di Lezione-online, non dovranno effettuare alcun spostamento o sottostare a orari prestabiliti.

You don't have permission to register