Lezione-online fornisce corsi di formazione e-learning a più di 60mila studenti.

Fb. Ig. In. Yt.

«Fase 2», riaperture confini a rischio

Lombardia e Piemonte, durante questa «Fase 2» dell’emergenza Coronavirus, rischiano di non avere la possibilità di aprire i propri confini. Dal 3 giugno – come riporta TGCOM24 – dovrebbero essere autorizzati gli spostamenti tra le regioni, ma alcune del Nord Italia sono a rischio per l’elevato numero di contagi. La riapertura, in quel caso, potrebbe slittare di due o tre settimane.

È sul 3 giugno il nodo che tiene legati Governo e regioni in merito alla riapertura dei confini. Infatti, a partire da questa data dovrebbero essere autorizzati gli spostamenti tra le diverse regioni: ma non tutte potranno avere il via libera per farlo.

La Lombardia e il Piemonte e, probabilmente, anche l’Emilia Romagna potrebbero decidere di far slittare la riapertura di uno o due settimane. Il motivo è dato dall’elevato numero di contagi, soprattutto nelle regioni del Nord Italia.

I dati fondamentali sul quale decidere se le regioni in questione potranno essere autorizzate o no gli spostamenti, arriveranno il 29 maggio: anche se, con molta probabilità, non sarà quella la data per prendere una decisione definitiva. Gli esperti, infatti, si prenderanno dalle 24 alle 36 ore per studiare l’andamento della curva e soltanto allora il Governo si riunirà.

«FASE 2», RIAPERTURE: SI DECIDE IL 2 GIUGNO

Molti i governatori delle regioni del Sud Italia, a causa di queste riaperture, temono un afflusso ingente di persone proveniente dalle zone più colpite dal Coronavirus. Sotto osservazione speciale resta il Nord Italia e non si esclude nemmeno una decisione che potrebbe seguire due diversi binari. Da una parte Lombardia e Piemonte (le regioni più a rischio) e dall’altra il resto d’Italia.

La curva – afferma il ministro della Salute, Roberto Speranza – continua a piegarsi dal lato giusto, ma serve cautela“.

E nei giorni scorsi, anche il ministro agli Affari Regionali Francesco Boccia ha tenuto a ricordare:

Probabilmente, sarà consentito lo spostamento dal 3 giugno monitorando e classificando le regioni in base al rischio: basso, medio o alto. Se una Regione è ad alto rischio, di sicuro non potrà ricevere ingressi dalle altre“.

A metà settimana – afferma, invece, la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli – saranno fatte valutazioni sull’apertura del 3 giugno. Bisogna aspettare i dati. Abbiamo deciso un metodo con le regioni, che ci sembra quello più corretto anche nei confronti delle persone, che è il metodo della assoluta e totale trasparenza. Le regioni ci forniscono giorno per giorno i dati sui contagi e tutti i dati sanitari e il Ministero della Salute fa la valutazione dei dati. Quindi, a metà di questa settimana, si farà una valutazione sulla riapertura dei confini regionali“.

Commenti:
Condividi su:

Opera dal 2013 nel settore dell'e-learning. La mission aziendale è quella di sfruttare il potenziale del web per offrire una formazione professionale e trasparente. I corsi sono fruibili totalmente online, H24, 7/7, senza limiti di tempo e in totale autonomia. Gli studenti di Lezione-online, non dovranno effettuare alcun spostamento o sottostare a orari prestabiliti.

You don't have permission to register