Lezione-online fornisce corsi di formazione e-learning a più di 60mila studenti.

Fb. Ig. In. Yt.

Ginnastica facciale, un valido anti-age?

Ginnastica facciale, un valido anti-age? La ginnastica facciale può essere associata a un trattamento anti-età?

Le rughe sono un fenomeno naturale che colpisce tutti, inesorabilmente. Le cause delle rughe sono multifattoriali:

  • l’invecchiamento cellulare, il rinnovo delle cellule rallenta e la pelle perde la sua elasticità;
  • lo stress ossidativo, i radicali liberi attaccano le cellule che subiscono cosi uno stress. È per questo motivo che è importante integrare alimenti anti-ossidanti nella dieta quotidiana;
  • l’invecchiamento ormonale, il calo della produzione di estrogeni, di collagene e di elastina fanno perdere elasticità alla pelle;
  • i fattori esterni come il sole, il fumo, l’inquinamento, la mancanza d’idratazione, la mancanza di sonno e lo stress.

Per prevenire e attenuare i segni del tempo, bisogna agire su tutti fronti. La ginnastica facciale agisce come un complemento efficace, naturale e, una volta acquisito il metodo, gratuito.

GINNASTICA FACCIALE: COS’È?

La ginnastica facciale è una tecnica naturale che permette di prendere cura del proprio viso con dolcezza. Agisce su più livelli:

  • rilassando e distendendo le tensioni concentrate sul viso;
  • tonificando i muscoli e rieducandoli;
  • stimolando il microcircolo;
  • ristrutturando la pelle grazie agli automassaggi.

La ginnastica facciale avrebbe origine nella medicina ayurvedica. In effetti, in ayurveda, che è la medicina più antica arrivata fino ai giorni nostri, si usano sia i massaggi che i movimenti del viso per ritardare gli effetti dell’invecchiamento e prevenire le rughe.

PRATICALA A TUTTE LE ETÀ

Si possono distinguere due tipi di rughe:

  • le rughe di invecchiamento che risultano direttamente dal rilasciamento cutaneo. Sono per esempio le rughe che scendono dagli angoli della bocca al mento o le rughe del collo. La ginnastica facciale facendo lavorare i muscoli del viso, tonifica le zone vuote, ridando tonicità al viso. Inoltre, il movimento creato riattiva la circolazione e porta via le scorie;
  • le rughe di espressione che sono legate alle contrazioni ripetute dei muscoli del viso. Sono quelle del sorriso o della corrugazione della fronte, o dello stringere gli occhi, ad esempio. La ginnastica facciale ci fa prendere coscienza di queste contrazioni, ci fa sentire il nostro viso. Per cui, con la pratica, si diventa in grado di distendere le zone contratte e di evitare il sovraccarico muscolare.

Insomma, così come alleniamo il nostro corpo, godendoci risultati e endorfine, facciamo lo stesso con il nostro volto.

Commenti:
Condividi su:

Nasce in Francia, a Versailles, dove ancora prima degli studi si appassiona alle potenzialità espressive dell'uomo. Da un parte gli studi umanistici appresi in Italia con una specializzazione in Mediazione Linguistica, dall'altra traduttrice e interprete di professione. L'importanza del portamento e del prendersi cura di sé diventano sempre più importanti, che trasforma in una vera e propria professione.

You don't have permission to register