Lezione-online fornisce corsi di formazione e-learning a più di 60mila studenti.

Fb. Ig. In. Yt.

Logica: cos’è e come funziona?

Logica: cos’è e come funziona? Vediamo insieme cosa significa dover studiare logica per un test d’ammissione

Preparandoti ai test di ammissione all’università o ai concorsi pubblici hai sicuramente incontrato delle domande che riguardano la logica. Quasi altrettanto sicuramente, però, non hai mai studiato logica. Partiamo quindi dalla domanda più spontanea: cos’è la logica?

Quando cerchiamo di rispondere a domande simili come per esempio “cos’è la fisica?”, rispondiamo specificando quale sia l’ambito di studio e quale sia la metodologia. Nel caso della fisica l’ambito sarà il mondo intorno a noi e la metodologia sarà il metodo sperimentale e la teorizzazione matematica.

Per tornare alla logica, qual è il suo ambito di studio e qual è il suo metodo? Partiamo dall’ambito. Questo sarà lo studio dei ragionamenti corretti. Per quanto riguarda il metodo, invece, in logica si usano modelli matematici che permettono di studiare la correttezza dei ragionamenti.

Andiamo ora con ordine e diamo qualche esempio di ragionamento. Per esempio, immaginiamo che in una discussione con degli amici io voglia sostenere che è sbagliato inquinare l’ambiente, ma che loro non siano d’accordo. Per convincerli porterò un argomento a favore della mia tesi. Dirò per esempio che la nostra vita dipende dall’ambiente e che inquinando l’ambiente danneggiamo la nostra stessa salute, qualcosa che probabilmente saremo tutti d’accordo nel non accettare. Questi motivi mi portano a sostenere che inquinare l’ambiente è sbagliato.

Quello appena descritto è un argomento. La logica si occupa di studiare se argomenti come questo siano corretti o meno. Per correttezza intendiamo questo: che non sia possibile che le ragioni che diamo in supporto della conclusione siano vere e quest’ultima sia falsa. Visto che abbiamo detto “non sia possibile” dobbiamo immaginare tutte le situazioni possibili e se anche in una sola situazione le ragioni in supporto sono vere e la conclusione è falsa, allora il ragionamento non sarà corretto.

L’aspetto cruciale nella metodologia di analisi impiegata dalla logica è che i ragionamenti corretti non sono determinati dal contenuto dell’argomento, ma solamente dalla sua forma logica. Per darti un’idea di quello di cui sto parlando, prendiamo due esempi banalissimi:

  • se piove, allora esco l’ombrello;
  • se 2+2=4, allora il risultato è un numero pari.

In entrambi i casi, la forma logica sarà: “Se P, allora Q”, dove P e Q stanno per frasi dotate di senso. Quello che conta, quindi, è la parte della frase che mette in relazione una o più frasi. In ultima analisi, quello che conta di più da un punto di vista logico è il tipo di relazione stabilita tra le frasi. Nel corso di Logica per Test e Concorsi ti insegnerò le basi di questo studio, che sono proprio le nozioni di base che sono richieste per risolvere i quesiti.

Ovviamente le situazioni possibili sono tantissime, spesso infinite. Per questo motivo non possiamo semplicemente elencarle, ma dobbiamo impiegare alcuni strumenti matematici che ci permettano di verificarle tutte. Nel corso ti spiegherò alcuni semplicissimi metodi per rispondere al tipo di quesiti di logica presenti nei test di ammissione all’università e nelle prove dei concorsi pubblici. Sono metodi così semplici che non sembrano neanche essere matematica, ma sono efficacissimi e conducono con certezza e velocità alla risposta corretta.

Però è molto interessante sapere che, attraverso l’uso di metodi matematici, la logica è passata dall’analisi dei ragionamenti che facciamo ogni giorno allo studio dei fondamenti della matematica e dell’informatica. Per esempio, avrai sicuramente sentito parlare o visto il film The Imitation Game, che racconta la storia di Alan Turing, il matematico inglese che decifrò il codice usato dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale.

Bene, Turing è tra i creatori dell’informatica, forse il suo padre più importante, e i suoi studi di informatica sono iniziati proprio per rispondere a domande logico-matematiche. Alla base del tuo smartphone o del tuo computer, quindi, c’è la logica che regola i processi fondamentali del loro funzionamento.

Oggi la logica non riguarda più lo studio del ragionamento corretto, ma si applica anche all’analisi dei software, allo studio della crittografia e a quello dei ragionamenti di gruppo fatti dagli economisti. Per esempio, i lavori che valsero all’economista Robert Aumann il Premio Nobel per l’economia del 2005 sono basati su alcune raffinate logiche contemporanee.

Ovviamente, per analizzare gli aspetti della logica che permettono di studiare ambiti così diversi e complessi bisogna basarsi su studi universitari molto avanzati. Nel mio corso di Logica per Test e Concorsi affronterò gli elementi di base che ti aiuteranno in maniera determinate nella risoluzione dei quesiti, ma potranno anche servirti per avere un’idea di un ambito cruciale per il mondo contemporaneo e che ha connessioni sia con la vita di tutti i giorni sia con la ricerca scientifica più avanzata.

Commenti:
Condividi su:

Laureato in filosofia con lode all'Università di Bologna a novembre 2018, ha approfondito i suoi interessi per la logica. Ha studiato logica presso l'Università di Helsinki e dopo la laurea si è specializzato presso il prestigiosissimo Institute of Logic, Language and Computation di Amsterdam. Le sue ricerche sono state oggetto di studio durante conferenze e workshop alle università di Zurigo, Vienna e Salisburgo.

You don't have permission to register