Lezione-online fornisce corsi di formazione e-learning a più di 60mila studenti.

Fb. Ig. In. Yt.

Oms: inchiesta UE sul COVID-19

Oltre 100 paesi – come riporta Il Fatto Quotidiano – , durante l’assemblea dell’Oms, si sono dichiarati al fianco dell’Europa per l’avvio di un’inchiesta indipendente sul Coronavirus. Ma la Cina frena gli entusiasmi.

È stata presentata oggi all’Oms una bozza UE con la firma di cento paesi, con Pechino che però che si è detta disponibile soltanto ad un’inchiesta da parte dell’Onu e nel periodo in cui loro decideranno.

La Russia di Putin, la Francia di Macron e l’Inghilterra di Johnson. Non ci sono soltanto loro nei circa cento paesi che hanno appoggiato la bozza di risoluzione proposta dall’Unione Europea per dare il via ad un’inchiesta indipendente sulle origini del Coronavirus. A frenare, però, è stata la Cina, ovvero il Paese dal quale l’epidemia ha avuto origine.

Infatti, la Cina, si è detta disposta ad accettare un’inchiesta solo da parte dell’Onu e a tempo debito, ovvero una volta che l’emergenza sarà finita. Pechino ritiene prematuro lo stato di avvio di un’indagine sulle origini e sulla diffusione del Coronavirus che, al momento, ha colpito più di 4,7 milioni di persone in tutto il mondo.

OMS, GHEBREYESUS: “AL MOMENTO OPPORTUNO”

Anche il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, si è detto favorevole a questa linea attendista cinese e non ritiene urgente l’avvio di un’inchiesta:

Sarà fatta al primo momento opportuno – ha detto Ghebreyesus – per valutare l’esperienza, le lezioni imparate e per fare alcune raccomandazioni su come migliorare la preparazione Nazionale e globale alla pandemia“.

Al centro del dibattito dell’assemblea dell’Oms, il caso della città di Taiwan che non è nemmeno stata invitata a prendere parte. Gli Stati Uniti, che hanno tagliato da subito i fondi da destinare all’Organizzazione Mondiale della Sanità, si sono trovati a scontrare con la Cina sul rifiuto opposto alla sua presenza.

Taiwan, da parte sua, voleva condividere l’esperienza di successo nella lotta al Coronavirus, avendo riportato soltanto 440 casi con 7 decessi. Questo, grazie a un massiccio lavoro di diagnosi e prevenzione.

OMS: CHI PARTECIPERÀ E CHI VERRÀ ESCLUSO

La bozza di risoluzione dell’Unione Europe è stata presentata all’Oms durante la 73ma edizione dell’Assemblea Mondiale della Sanità, l’organo decisionale dell’agenzia Onu. Tra i Paesi che chiedono l’inchiesta ci sono anche Russia, India, Giappone, Regno Unito, Canada, Indonesia e tutti e 27 Stati dell’Unione Europea.

Commenti:
Condividi su:

Opera dal 2013 nel settore dell'e-learning. La mission aziendale è quella di sfruttare il potenziale del web per offrire una formazione professionale e trasparente. I corsi sono fruibili totalmente online, H24, 7/7, senza limiti di tempo e in totale autonomia. Gli studenti di Lezione-online, non dovranno effettuare alcun spostamento o sottostare a orari prestabiliti.

You don't have permission to register