Lezione-online fornisce corsi di formazione e-learning a più di 60mila studenti.

Fb. Ig. In. Yt.

Quando si torna a scuola?

Quando si potrà tornare a scuola? Ieri sera, alla trasmissione “Che tempo che fa”, è intervenuta la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina:

Non è il ministro dell’istruzione a decidere quando il virus abbia termine o meno. Io ho il compito di tutelare gli studenti e di garantire alle famiglie che fino a che non ci sarà sicurezza per tutto il personale scolastico non si tornerà in classe“.

Poi Azzolina ha affrontato il secondo tema, quello certamente più spinoso: la maturità.

Tutti gli studenti saranno ammessi, anche se essere ammessi non significa automaticamente essere promossi“.

Arrivati a questo punto, le strade percorribili sono due. Se si tornasse a scuola entro il 18 maggio, ci sarà una prova nazionale di italiano gestita dal M.I.U.R. mentre la seconda prova sarà preparata dalle singole commissioni interne.

In caso contrario, se non si dovesse tornare a scuola, verrà effettuata un’unica prova orale.

BURIONI NON CI STA

Presente in studio a “Che tempo che fa” anche il virologo Roberto Burioni, che si è mostrato molto dubbioso durante le parole della ministra. Soprattutto sul fatto che a maggio ci possano essere le condizioni di sicurezza per tornare a scuola.

IL NUOVO DECRETO SCUOLA

Esami di maturità online, con una sola prova orale. Mentre per gli esami di terza media, niente esame ma soltanto una tesina da valutare insieme ai voti dell’intero anno scolastico.

Tra i tanti ipotizzati, potrebbe essere questo lo scenario più probabile per la fine dell’anno scolastico.

Anche se, nel testo, rimane comunque una piccola speranza nel poter vedere i banchi di scuola di nuovo pieni. Data da segnare il 18 maggio: se si tornasse a scuola, in quel caso ci saranno degli esami di maturità più completi. Così come per quelli di terza media.

E I PRIVATISTI?

Una situazione delicata è quella che riguarda i privatisti. Infatti, a loro sarà richiesta la presenza fisica per sostenere l’esame di Stato, nella sessione straordinaria che si svolge (solitamente) nel mese di settembre.

SI RICOMINCIA IL PRIMO SETTEMBRE

È confermato, infine, che il prossimo anno scolastico 2021/22 (in classe o in modalità online) comincerà il primo settembre.

Una data sulla quale incombe la questione dei supplenti (che saranno oltre 200 mila), dal momento che sarà molto complicato svolgere in estate il concorso per docenti.

Commenti:
Condividi su:

Opera dal 2013 nel settore dell'e-learning. La mission aziendale è quella di sfruttare il potenziale del web per offrire una formazione professionale e trasparente. I corsi sono fruibili totalmente online, H24, 7/7, senza limiti di tempo e in totale autonomia. Gli studenti di Lezione-online, non dovranno effettuare alcun spostamento o sottostare a orari prestabiliti.

You don't have permission to register