Lezione-online fornisce corsi di formazione e-learning a più di 60mila studenti.

Fb. Ig. In. Yt.

Scuola: quello che c’è da sapere sul rientro

Scuola: tutto quello che c’è da sapere sul rientro. Dal 14 settembre riprenderanno le lezioni: cosa serve?

Conto alla rovescia per l’inizio delle lezioni, in programma per il prossimo 14 settembre in tutta Italia. Ecco – come scrive l’Ansa – come si tornerà tra i banchi di scuola.

SCUOLA: AL VIA DAL PRIMO SETTEMBRE, DAL 14 LE LEZIONI

La scuola riaprirà il primo settembre per gli esami di riparazione e le lezioni riprenderanno il 14 settembre. La cerimonia di avvio dell’anno scolastico si svolgerà, alla presenza del Presidente Sergio Mattarella, il 14 settembre a Vo Euganeo dove proprio per questo le lezioni prenderanno il via in anticipo il 7 settembre.

L’USO DELLA MASCHERINA

Resta confermato, ad oggi, l’utilizzo della mascherina anche quando si è seduti al banco dove non è possibile il distanziamento di un metro. Il Comitato tecnico scientifico si esprimerà nuovamente a fine agosto. In ogni caso, la deroga sarà consentita per un periodo limitato di tempo e nel frattempo dovranno essere adottate il prima possibile soluzioni per garantire il distanziamento sociale. Per chi ha meno di 6 anni è già previsto che non si debba utilizzare.

MISURAZIONE DELLA TEMPERATURA SCUOLA?

Il Cts non ha reputato opportuna la rilevazione della temperatura corporea all’ingresso della scuola: né per gli alunni, né per il personale. La temperatura andrà misurata a casa anche se ci sono regioni come la Campania dove si sta valutando la possibilità di una misurazione della temperatura a scuola.

A fare eccezione Roma, dove la misurazione della temperatura corporea sarà effettuata nei nidi e nelle scuole dell’infanzia ai bambini, ai genitori, al personale educativo e a tutti gli altri operatori che avranno accesso alla struttura. Questo è quanto stabilisce il documento della task force della capitale, che ha elaborato le nuove proposte organizzative per la ripresa delle attività di asilo nido e scuole dell’infanzia. Il documento è stato pubblicato sul sito di Roma Capitale e inviato ai municipi e alle coordinatrici delle strutture educative e scolastiche.

GLI SPAZI

La mensa sarà assicurata prevedendo differenti turni tra le classi. Dove i locali non saranno presenti o vengano “riconvertiti” in spazi destinati ad accogliere le classi per l’attività didattica, il pasto potrà essere consumato in aula garantendo la sanificazione degli ambienti e degli arredi utilizzati. Inoltre, sono stati stanziati 330 milioni di euro per il finanziamento di interventi di adeguamento e di adattamento degli spazi e delle aule.

I BANCHI

I banchi nuovi verranno forniti da 11 aziende, 7 italiane e 4 straniere provenienti dall’Unione Europea. A settembre arriveranno i primi, poi a inizio ottobre ne arriveranno altri e entro fine ottobre arriveranno tutti quelli richiesti: quasi 2,5 milioni di euro, partendo dalle scuole delle zone dove il contagio è più alto.

HELP DESK PER TUTTE LE SCUOLE

Dal ieri è partito un help desk, dedicato interamente alla ripresa a cui le scuole potranno rivolgersi in caso di dubbi e quesiti attivo dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. Il numero è 800903080.

TEST SIEROLOGICI AL PERSONALE SCOLASTICO

La somministrazione è già stata avviata nel Lazio e in Toscana e ieri è partita anche nelle altre regioni. Sottoporsi al test è facoltativo, ma l’assenza del personale scolastico in caso di test sierologico positivo sarà assimilata alla quarantena. Alcuni sindacati dei medici di base chiedono che i test vengano svolti nelle scuole o in alternativa nelle Asl, e non negli studi medici privati.

IL DOCUMENTO DELL’ISS PER LA SEGNALAZIONE DEI CASI

L’Istituto Superiore di Sanità ha realizzato un documento con le regole per la gestione di casi e focolai di Coronavirus nelle scuole. Non basterà un singolo caso per chiudere scuola, ma sarà compito della Asl valutare se prescrivere la quarantena a tutti gli studenti della stessa classe e agli eventuali operatori scolastici esposti che si configurino come contatti stretti nelle ultime 48 ore.

Ad ogni scuola viene chiesto di nominare un referente COVID-19, che farà da anello di congiunzione con le Asl e verrà formato sulle procedure da seguire. Al referente saranno segnalati i casi di alunni sintomatici. Inoltre, il suo compito sarà quello di controllare eventuali “assenze elevate” (al di sopra del 40%) di studenti in una singola classe.

Commenti:
Condividi su:
Post tags:

Opera dal 2013 nel settore dell'e-learning. La mission aziendale è quella di sfruttare il potenziale del web per offrire una formazione professionale e trasparente. I corsi sono fruibili totalmente online, H24, 7/7, senza limiti di tempo e in totale autonomia. Gli studenti di Lezione-online, non dovranno effettuare alcun spostamento o sottostare a orari prestabiliti.

You don't have permission to register