Lezione-online fornisce corsi di formazione e-learning a più di 60mila studenti.

Fb. Ig. In. Yt.

Selezione del personale: 7 fasi di recruiting

Il reclutamento è un processo di ricerca delle risorse umane per coprire le posizioni mancanti all’interno di un’azienda. Pianificare le fasi del recruiting diventa cruciale per trovare il candidato adatto alla mansione scoperta, nel momento opportuno e senza perdere tempo prezioso.

COME FARLO?

Un processo di recruiting ben pianificatocome sottolinea deinegroup.commira ad attrarre il maggior numero di candidati qualificati in cerca di lavoro. È un approccio graduale, con precise fasi correlate fra loro, necessario per coinvolgere persone di talento che possano contribuire nella crescita dell’azienda.

Quindi, sviluppare e implementare un ciclo di recruiting efficace, non solo è sintono di professionalità, ma ti aiuterà a reclutare i talenti migliori. Un processo questo che può variare in base alla struttura organizzativa, alle dimensioni e al processo di selezione di un’azienda. Tuttavia, se ben strutturato, risulta essere infallibile!

Vediamo come sviluppare un modello di reclutamento efficace.

LE 7 FASI DEL RECRUITING

Un programma di reclutamento è progettato per attirare un gruppo di candidati da cui l’azienda possa selezionare i migliori profili. Ecco allora le 7 fasi da analizzare e curare con attenzione per selezionare i candidati migliori.

#1 | JOB ANALYSIS – ANALISI DEL RUOLO

La fase più delicata del processo di recruiting è quella iniziale, ovvero quella di definire la posizione vacante. Come trovare del personale adatto a una specifica mansione, se non sai di cosa hai bisogno?

Il processo di reclutamento inizia dalla pianificazione. È necessario partire dalla raccolta delle informazioni utili per definire conoscenze, abilità ed esperienze necessarie per ricoprire quel determinato ruolo. Una fase da svolgere in collaborazione con il management aziendale.

Più l’analisi è dettagliata e maggiore sarà l’accuratezza con cui verrà individuata la persona adatta per la posizione aperta.

#2 | JOB DESCRIPTION – L’ANNUNCIO DI LAVORO

Dopo aver definito il profilo, è il momento di procedere con la stesura della job description, cioè l’annuncio vero e proprio. Si tratta di un’operazione da non sottovalutare.

Quante volte ti sei imbattuto in annunci di lavoro confusionari, dove si richiedono skill da senior pur proponendo un contratto da stagista? Ecco, scrivere un annuncio di lavoro efficace, che porti candidati validi e in linea con le esigenze aziendali, non è così scontato come può sembrare.

Le caratteristiche fondamentali che deve avere il tuo annuncio sono:

  • attirare la curiosità dei migliori talenti, suscitandone l’entusiasmo;
  • far rinunciare chi non ha le conoscenze adeguate, per una scrematura naturale dei candidati fin da subito.

Inoltre, un annuncio di lavoro deve essere supportato da una strategia di promozione del brand, che lo renda più attraente rispetto alla concorrenza. La brand awareness e l’employer branding sono strumenti fondamentali anche per il successo del recruiting.

Cerca di essere il più specifico possibile e di usare un tono conversazionale, ma senza staccarti troppo dall’immagine che la tua azienda ha. Usa parole chiave e check list per rompere la monotonia del messaggio che regna sovrana nei testi per la ricerca delle risorse umane.

Solo con un annuncio di lavoro ritagliato su misura del candidato è possibile iniziare la ricerca vera e propria ed evitare la disparità tra domanda e offerta.

#3 | RICERCA DEI TALENTI

Identificare i talenti giusti è uno degli aspetti più importanti del processo di reclutamento. L’annuncio di lavoro dovrebbe essere pubblicizzato sia all’interno dell’azienda, per generare referral (raccomandazioni o segnalazioni), sia all’esterno, sui canali giusti.

#4 | SCREENING

In questa fase inizia ufficialmente quella di recruiting vera e propria. Lo screening è un momento davvero difficile e impegnativo. Per andare avanti con il processo di reclutamento, è necessario selezionare i candidati in modo efficiente e accurato.

Il responsabile della selezione, dopo aver raccolto tutti i curriculum vitae, dovrà seguire i seguenti quattro passaggi chiave:

  • esaminare, la prima scrematura da fare mettendo a confronto i CV con i requisiti richiesti dalla job desciption;
  • selezionare, ordinare i curriculum che hanno le migliori credenziali;
  • filtrare, selezionare i candidati che hanno sia i requisiti previsti dalla job description, sia le qualifiche minime per svolgere il lavoro;
  • preparare, raccogliere dubbi e domande da fare al candidato durante l’intervista.

#5 | RECRUITINE – IL COLLOQUIO

Conoscere i candidati selezionati per valutare la veridicità di quanto riportato sui CV è una delle fasi di recruiting più impegnative. Per farlo al meglio, possono essere programmati più colloqui per ogni candidato, per valutare sia gli aspetti para-verbali che il linguaggio del corpo.

Inoltre, è possibile richiedere prove pratiche per valutare le conoscenze del candidato. Sottoporlo a test per conoscerne meglio la personalità oppure osservarlo in prove di gruppo, per valutare l’approccio nel lavoro in team.

#6 | VALUTAZIONE TRA OFFERTA E LAVORO

Rappresenta la fase finale del processo di reclutamento. Non dare mai per scontato che il candidato scelto accetti l’offerta, tieni sempre in standby altri profili interessanti.

#7 | ONBOARDING – L’INSERIMENTO IN AZIENDA

Quando il candidato accetta l’offerta di lavoro, diventa ufficialmente un dipendente dell’azienda a tutti gli effetti. Inizia così l’ultima fase del processo di recruiting, l’onboarding: un momento strategico e di orientamento dei nuovi assunti.

I primi 6 mesi sono determinanti per definire se il dipendente rimarrà in azienda o abbandonerà il posto di lavoro dopo poco tempo. Ovviamente, con la fatica fatta per selezionarlo e convincerlo, lo scopo è quello di favorirne l’inserimento, aiutandolo a comprenderne la cultura e le dinamiche.

Hai letto come attirare i candidati migliori per la tua azienda rappresenti una vera e propria sfida e in cui ogni fase del recruiting è cruciale e strategica. Strutturarle al meglio ti permetterà di assumere sempre il profilo migliore.

Grazie al nostro corso di Selezione del personale: come intervistare e valutare i candidati, potrai formarti per essere in grado non solo di esaminare oggettivamente il candidato ma anche di testarne le reali attitudini e capacità.

Commenti:
Condividi su:

Opera dal 2013 nel settore dell'e-learning. La mission aziendale è quella di sfruttare il potenziale del web per offrire una formazione professionale e trasparente. I corsi sono fruibili totalmente online, H24, 7/7, senza limiti di tempo e in totale autonomia. Gli studenti di Lezione-online, non dovranno effettuare alcun spostamento o sottostare a orari prestabiliti.

You don't have permission to register